Pannelli solari galleggianti che alimentano fino a 5.000 case

Questo impianto solare galleggiante in Francia può generare elettricità per quasi 5.000 case. Il progetto O’MEGA1 è una fattoria solare da 17 megawatt (MW) che si trova su un lago artificiale a Vaucluse, in Francia, e fornisce il 100 percento del fabbisogno energetico di 4.733 case – circa 10.000 persone. È sviluppato da Akuo Energy su una vecchia cava che è stata convertita in un lago. Si dice che la fattoria solare galleggiante sia la più grande in Europa e mostra il potenziale della tecnologia solare galleggiante in Francia, stimata a 20 gigawatt (GW), distribuita su potenziali 1.300 siti, tra cui bacini idrici, pianure alluvionali, laghi di cava e piscine industriali . Gli impianti fotovoltaici sull’acqua anziché sulla terra beneficiano del raffreddamento delle celle, che si traduce in pannelli meno riscaldati e produzione di energia ottimizzata. I pannelli sull’acqua possono anche coprire fino al 70 percento di un lago, che conserva l’acqua dolce riducendo l’effetto di evaporazione. L’implementazione molto semplice viene effettuata sulle rive del lago e la centrale elettrica è mantenuta da linee di ancoraggio fissate sul fondo del lago o sulle rive. Il progetto utilizza il pannello solare galleggiante Hydrelio di Ciel & Terre International.

Moda «insostenibile»: cosa deve cambiare dai materiali ai modelli di business

(alexandre zveiger - stock.adobe.com)

L’industria del fashion ogni anno contribuisce alle emissioni di gas serra più di voli aerei e trasporti navali messi insieme. Mentre Greta Thunberg, dal World Economic Forum di Davos, ha apostrofato i grandi della terra dicendo che «tutti parlano di climate change, nessuno fa nulla», il sistema moda continua a riflettere sul proprio impatto ambientale. Un impatto che continuerà ad aumentare, comportando non solo danni all’ambiente, ma anche svantaggi economici per le aziende.

“Rimandiamo a domani”: la genesi

Più del mal di schiena o della ‘sindrome da smartphone’ che colpisce i pollici delle mani, alcuni sostengono che “l’arte del rimandare a domani” costituirebbe la vera patologia del nostro tempo. In questo primo episodio della serie Procrasti-Nation ci si interroga sulle origini di uno stile di vita, ‘scomodando’ (è proprio il caso di dirlo) la mitologia greca, Leonardo da Vinci e Victor Hugo.

1 2 3 56