intrattenimento-online.com

Coronavirus e 5G, cosa ci stanno nascondendo?

Guai a pensarla diversamente, guai a sollevare delle giustificate domande e preoccupazioni. La risposta è immediata: sei un complottista. Ma parliamoci chiaro, chi si sono i veri complottisti? Stretti nella morsa del Coronavirus siamo isolati nel vortice del terrore. Tutto chiuso, con un danno economico e non solo da capogiro.

Una situazione da film di fantascienza. Ma se fosse stato tutto creato in un “laboratorio”? “Il Coronavirus – dichiarò in un’intervista video rilasciata al sito Geopolitics and Empire, Francis Boyle, professore di diritto presso l’Università dell’Illinois. Nel 1989 ha redatto il Biological Weapons Act, la legge sull’antiterrorismo per le armi biologiche – è un’arma da guerra biologica creata in un laboratorio di Wuhan e l’Organizzazione mondiale della Sanità ne è già a conoscenza”.

Boyle sostiene che il Coronavirus, “un’arma da guerra biologica potenzialmente letale”, sarebbe “fuoriuscito da un laboratorio di massima sicurezza” di Wuhan. Il governo cinese avrebbe quindi inizialmente cercato di coprire il caso mentre ora sta adottando misure drastiche per contenere l’epidemia.

Pubblicità
Translate »