Vacanze in bicicletta con i bambini

Gli itinerari, i metodi di trasporto, i consigli per pedalare sicuri e divertirsi in famiglia, anche con l’e-bike.

Una gita o una vacanza in bicicletta con i bambini è un’occasione per esplorare nuove mete, per riscoprire luoghi già conosciuti esplorandoli attraverso la spontaneità e l’originalità di un bambino. Come per le altre esperienze con i bimbi, anche fare turismo in bicicletta è un’esperienza che si può affinare pedalando, modificando itinerari, evolvendo da quelli più semplici a viaggi a tappe, scegliendo i paesaggi da attraversare.

touringclub.it/…-con-i-bambini/immagine/2

Il futuro sono i giovani: sul lavoro bisogna ascoltarli per avere successo

La vecchia regola del saggio mentore che insegna al giovane non vale più: oggi è meglio sostituire il parametro anagrafico con quello di competenza.

La storia dell’umanità è rappresentata da un lungo cammino di conoscenza: dalla scoperta del fuoco alla costruzione delle città, dall’invenzione della stampa alle rivoluzioni digitali, il sapere è sempre stato trasmesso linearmente e, nella maggior parte dei casi, dai più vecchi e saggi ai più giovani e inesperti. Siamo sempre stati abituati a pensare, infatti, che siano sempre i più giovani a dover imparare dai più grandi. Eppure negli ultimi decenni questo incrollabile concetto si sta modificando lentamente e nuove esigenze in campo comunicativo e lavorativo hanno aperto sempre più la strada al reverse mentoring.

In un mondo in cui si moltiplicano gli ambiti e le capacità di apprendimento non è infatti sbagliato dar ascolto anche a chi tradizionalmente viene considerato “con meno esperienza”. Continue reading

La solitudine è difficile, ma ci rende persone migliori

“Ammettere di essere soli è una delle cose più difficili da fare”, spiega Alain de Botton. “Ma la solitudine è senza dubbio meglio di una falsa compagnia e ci permette di sviluppare un nostro punto di vista senza limitarci a ripetere quello che pensano gli altri”.Continue reading

Gong, la contadina sul segway: “Così ho dimezzato le mie fatiche”

Dalla Cina la storia di una 55enne che nelle campagne rurali ha riscoperto la “biga” come mezzo di lavoro. E ora gli asiatici lo rilanciano

QUANDO Gong sfreccia fra le campagne tutti si girano a guardarla. Con il suo bastone carico di ceste zeppe di insalate, pomodori e altre verdure sembra volare fra i paesini rurali di Fujian, in Cina. Del resto, nel piccolo villaggio di Futou, non è affatto comune vedere una contadina che lavora su un segway.

La sua storia, raccontata da diversi media cinesi, è diventata virale dopo che alcune foto e video di questa donna di 55 anni sono apparse in rete: è un buon esempio di inventiva e riutilizzo, sfruttando la tecnologia anche laddove vivono tradizioni secolari di lavoro manuale nei campi e infinite fatiche.

Gong Rongniang è una contadina e insieme alla sua famiglia da anni percorre chilometri per trasportare da un villaggio all’altro il raccolto, il più delle volte a piedi. Tratte che richiedevano anche ore di marcia trasportando fino a 40 chili di verdure sulle spalle.Continue reading

Il potere dell’educazione affettiva: la gentilezza come scelta

“Quando ti viene data la possibilità di scegliere se avere ragione o essere gentile, scegli di essere gentile”.

E’ una frase del Dr Wayne W. Dyer, uno psicoterapeuta americano, che continua a ritornarmi in mente, da quando l’ho sentita recentemente nel film “Wonder” (di cui abbiamo parlato anche qui). Scegli di essere gentile. Ne è convinto anche August, il bambino protagonista, affetto da una grave patologia congenita, costretto a subire decine di operazioni e a convivere con un aspetto fisico considerato “non normale”. La famiglia vive con ansia l’inserimento del proprio figlio al primo anno di scuola media, col conseguente dramma, che coinvolge tutti i componenti, della difficoltà di trovare inclusione e accoglienza da parte del gruppo dei coetanei.Continue reading

L’autovelox con le ruote: ecco l’auto senza pilota che fa operazioni di pattuglia

L'autovelox con le ruote: ecco l'auto senza pilota che fa operazioni di pattuglia

Ford ha depositato il brevetto ed è in arrivo una vera e propria rivoluzione dei controlli su strada. Dalle multe agli inseguimenti, dai controlli allo scambio dei dati: in futuro cambierà tutti.

Il brevetto è depositato. Ford Global Technologies ha messo nero su bianco la volontà di produrre il primo autovelox con le ruote. La notizia ha fatto il giro del mondo ma in molti non hanno percepito la portata – rivoluzionaria – del progetto: non si tratta solo di una macchina a guida autonoma della polizia come descritto nel brevetto (e come in parte stanno sperimentanto a Dubai con il veicolo che appare in questa foto) ma di una svolta per i sistemi di controlli perché fa di tutto. Ossia rileva ogni tipo di violazione al codice della strada, si lancia in inseguimenti i e molto altro ancora.
Ad esempio potrebbe dialogare con Tutor e autovelox mobili e fissi per farsi aiutare nella caccia al pirata della strada. E poi sarebbe in grado di fare vere e proprie operazioni di pattuglia, bloccando le persone, controllandogli i documenti ed eventualmente facendo sanzioni.Continue reading