intrattenimento-online.com

“Sul Monte Bianco situazione drammatica”. E la colpa è nostra

Qual è il ruolo dell’uomo nei cambiamenti climatici? Lo abbiamo chiesto a Valter Maggi, vicepresidente del Comitato Glaciologico Italiano. «In mezzo secolo sull’arco alpino abbiamo osservato soltanto arretramenti dei ghiacciai e da trent’anni rileviamo che le accelerazioni del fenomeno sono davvero drammatiche», spiega a StartupItalia il professorValter Maggi, vicepresidente del Comitato Glaciologico Italiano, l’istituto che, dal 1895, raccoglie dati su quella “parete” a nord dell’Italia sempre meno fredda. «Nessun ghiacciaio è avanzato negli ultimi decenni. È un fatto incontrovertibile che l’uomo e il suo sistema socio-economico siano la causa dei cambiamenti climatici. Ormai all’interno della comunità scientifica tale tesi non è nemmeno più messa in dubbio».

Una vita di maschere

“L’uomo finge continuamente di essere quello che non è; è un modo per nascondere se stesso. Chi è brutto cerca di sembrare bello, chi è preda di angosce cerca di sembrare felice, chi non sa niente cerca di dimostrare di sapere tutto. E le cose vanno avanti in questo modo. Se non diventi consapevole dei tre idioti che sono in te, non diventerai mai un saggio. È superando i tre idioti che si diventa realmente saggi. ” http://aprilamente.info/una-vita-di-maschere/

– Osho Rajneesh –

Donka

La Compagnia Finzi Pasca si immerge nel mondo di Anton echov e dal sedimento dei suoi scritti, dei suoi testi teatrali e delle sue lettere sorgono le atmosfere immaginifiche e sognanti di uno spettacolo che fonde circo, colore e musica per omaggiare il più grande drammaturgo russo.

CICLABILE DELLE DOLOMITI – LUNGA VIA (ITA)

Questo videofilm realizzato dallo Studio 2000 Hertz / Imaginaction (www.studio2000hertzsas.com), con la regia di Gianni Frescura, sulla “Lunga Via Ciclabile delle Dolomiti”, dal montaggio serrato per un grande trasporto “emozionale”, presenta panoramiche spettacolari delle più belle cime dolomitiche apprezzabili lungo il percorso, oltre ad una serie di focalizzazioni su località di particolare interesse naturalistico o storico. Il film, pensato in un itinerario “nord-sud” è introdotto da un ricordo della Ferrovia delle Dolomiti, sul cui vecchio tracciato si sviluppa oggi per lo più tutta la ciclabile. Vi si trovano inoltre riferimenti al collegamento con il percorso ciclabile della Val Pusteria e all’utilizzo sciistico che ne viene fatto durante la stagione invernale. Rappresenta un’efficace risorsa promozionale non solo per l’ulteriore sviluppo della “Lunga Via Ciclabile delle Dolomiti”, considerata una delle più spettacolari vie ciclabili del mondo e lunga oltre 60 chilometri di sola andata, ma anche per la promozione generale di tutto il territorio interessato, soprattutto nella prospettiva di un’estensione verso la bassa provincia di Belluno e la pianura. Va sottolineato che la pratica del cicloturismo è sempre più apprezzata, principalmente tra le popolazioni del centro/nord Europa, ma non solo !
Translate »