Pubblicità

Salvaguardare il patrimonio in pericolo

Quando un sito di interesse culturale scompare, a causa di conflitti armati o di catastrofi naturali, un pezzo della nostra storia comune svanisce con esso. L’équipe del progetto “Time Machine” collabora con la start-up Iconem ricorrendo alla fotogrammetria per salvaguardare il patrimonio europeo dalle minacce che continuano a metterne a repentaglio la sopravvivenza. 

Pubblicità
Pubblicità

Le donne dell’ISIS Documentario

In Siria e in Iraq le donne dello Stato islamico non erano delle vittime docili e sottomesse. Erano parte del modus operandi dell’ISIS. Quando il califfato ha conquistato Raqqa, Mosul o Deir Ezzor, lavoravano come insegnanti, infermiere, casalinghe. Dopo il lavaggio del cervello, hanno accettato un ruolo di responsabilità nella polizia islamica, o negli ospedali dell’ISIS. Una decina di loro – alcune emigrate in Turchia ed altre nascoste in Iraq e Siria – hanno deciso di testimoniare sotto anonimato, raccontando l’oppressione e le violenze che hanno subito e fatto subire.

Pubblicità
Pubblicità

Possedere meno per vivere meglio

Il caos regna sovrano nell’appartamento della famiglia Glück, a Wiesbaden (Germania). Sommersi dall’accumulo di cose inutili, Robert e Wibke decidono di ricorrere ad un aiuto esterno, accettando i consigli di un “coach dell’ordine” che gli illustrerà un nuovo metodo per selezionare gli oggetti e organizzare meglio gli spazi interni.

Pubblicità
Pubblicità

Il capitale umano – Report 20/05/2019

Da Report del 20 maggio 2019, di Michele Buono. Siamo dentro la quarta rivoluzione tecnologica, quella digitale. Si sta ridisegnando tutto: dai centri di produzione, all’organizzazione sociale e del lavoro. La materia prima fondamentale è la conoscenza, a creare valore è il capitale umano. Là dove inclusione sociale, ricerca, formazione, politiche industriali e innovazione entrano in relazione, si produce valore e crescita. Intanto in Italia diminuiscono le iscrizioni all’università e una parte notevole di laureati decide di espatriare

Pubblicità
Pubblicità

Il potere dell’ignoranza – 24/06/2019 L’APPRODO

Il luogo d’approdo della quarta puntata è a Ravenna dove si trova la tomba di Dante, il sommo poeta, padre della lingua italiana, che ne XXVI Canto dell’Inferno scrisse “Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza”. Oggi, sette secoli dopo, l’imperativo dantesco sembra essere stato dimenticato: campanilismo dialettale, turpiloquio, volgarità, e violenza verbale stanno tornando alla riscossa anche negli ambienti, come ad esempio quello politico e quello mediatico, che avrebbero dovuto rimanerne sostanzialmente immuni. Oltre alle sempre più numerose degenerazioni, in particolare nell’ambito radiofonico, si riflette sul ruolo di internet nel veicolare e amplificare messaggi di odio, a volte falsità, a volte aggressività e violenza. Ospiti in studio lo storico Sergio Luzzatto e il digital strategist Alessandro Orlowski. Al talk in studio si alternano reportage di approfondimento e interviste a Carlo Ossola, critico letterario, filologo, accademico e organizzatore del Dantedí, la giornata commemorativa in nome del sommo poeta e a Raffaele Ariano, che nell’agosto 2018 denunciò sui social la capotreno di Trenord che aveva intimato ai rom presenti sul convoglio di scendere dal treno.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Il mondo del futuro- Medicina

In questa puntata si parla dell’evoluzione della medicina e delle sfide che dovrà affrontare nei prossimi anni: dal ruolo del digitale per una diagnostica più efficace, ai lab-on-a chip, dalla messa a punto di antibiotici intelligenti, alla creazione di una stampante 3d per produrre organi, fino alla realizzazione di protesi intelligenti di ultima generazione.

Pubblicità
Pubblicità
Translate »