intrattenimento-online.com

Decathlon regala 10mila maschere da snorkeling per trasformarle in respiratori polmonari

In queste settimane di emergenza sanitaria ognuno fa quello che può per dare una mano agli altri, c’è chi può solo stare a casa e chi può concretamente aiutare gli ospedali per curare i pazienti. Qualche giorno fa la maschera da snorkeling Easybreath di Decathlon è stata modificata per diventare un respiratore polmonare, un progetto dell’ingegnere Cristian Fracassi e il suo team che grazie alla stampa 3D hanno fatto un vero e proprio miracolo.

Un paese guidato da un leghista, un nazi e un putiniano (assenti Conte e Di Maio) Politica – Linkiesta

Il capo della protezione civile, dottor Angelo Borrelli, ha la febbre alta, sintomo di positività al coronavirus. Il suo predecessore Guido Bertolaso, zar anti Covid-19 della Regione Lombardia, è ricoverato al San Raffaele. Sebbene i dati siano in leggero miglioramento per il quarto giorno consecutivo, ma pur sempre con 683 morti e 3491 nuovi ammalati soltanto ieri, siamo nel mezzo della più grande crisi umanitaria della nostra epoca, chiusi in casa chissà ancora per quanti mesi (sì, mesi, non settimane) a girarci via whatsapp bufale e rimedi miracolosi, dal servizio Rai del 2015 che aveva anticipato il virus creato nei laboratori cinesi a chissà quale preparato antimalarico per curare la malattia.

Soldi e mascherine, ecco la gara di solidarietà da parte delle imprese.

(ANSA)

Donazioni, offerte, idee: così le persone e le aziende combattono la crisi sanitaria e vengono in soccorso a medici, infermieri e istituzioni. L’impegno delle persone e delle imprese non sempre si può misurare con il metro arido degli zeri che arricchiscono le donazioni. Nella difficile battaglia contro il contagio da Coronavirus ogni contributo fatto con entusiasmo ha un valore enorme, e in questi giorni le iniziative di cittadini e imprese per soccorrere mostrano un valore umano altissimo.

Il nuovo modello di autodichiarazione

È on line il nuovo modello di autodichiarazioni in caso di spostamenti che contiene una nuova voce con la quale l’interessato deve autodichiarare di non trovarsi nelle condizioni previste dall’art. 1, comma 1, lett. c) del D.P.C.M. 8 marzo 2020 che reca un divieto assoluto di mobilità dalla propria abitazione o dimora per i soggetti sottoposti alla misura della quarantena ovvero risultati positivi al virus “COVID-19”.

Il nuovo modello prevede anche che l’operatore di polizia controfirmi l’autodichiarazione, attestando che essa viene resa in sua presenza e previa identificazione del dichiarante. In tal modo il cittadino viene esonerato dall’onere di allegare all’autodichiarazione una fotocopia del proprio documento di identità.

Translate »