Prodotti dopo puntura: non aspettarti troppo

Stick, gel, spray o, per i più temerari, anche scariche elettriche. I prodotti che promettono di alleviare il fastidio delle punture di zanzara sono cosmetici su cui è bene non riporre troppe aspettative. Non sempre sono efficaci e possono contenere ingredienti pericolosi soprattutto per i più piccoli.

Advertisements

Fitness, i benefici di allenarsi anche tra le mura domestiche

L’attività fisica è fondamentale soprattutto per tutte quelle persone che, per forza di cose, devono sostenere uno stile di vita sedentario.

Sono tante le persone che devono affrontare una lunga giornata lavorativa stando sedute: in ufficio per diverse ore, finiscono con il riscontrare un gran numero di problematiche di postura, ma anche di poco equilibrio a livello muscolare. Ebbene, uno dei migliori sistemi per porre rimedio a queste situazioni è quello di fare allenamento, che non vuol dire per forza andare in palestra, ma anche svolgere attività fisica in qualsiasi luogo, a casa piuttosto che al parco.
continua su Fitness, i benefici di allenarsi anche tra le mura domestiche – Attualissimohttps://attualissimo.it/fitness-i-benefici-di-allenarsi-anche-tra-le-mura-domestiche/#ixzz5sYeBQu2Y

Advertisements

Hai 60 anni? Segui queste 10 regole e vivrai meglio

Rimettersi in gioco va bene ad ogni età. Ma dopo i 60 anni bisogna sapere che il fisico non è più quello di un tempo. Ancora oggi, nonostante i progressi della scienza, la più frequente causa di decesso è correlata a malattie di origine aterosclerotica (malattie coronariche, delle arterie periferiche, dell’aorta, della carotide). 

Dall’attività fisica al minore apporto di calorie necessario nell’alimentazione. Attenzione al sonno e prendete un animale domestico per aiutarvi.

Advertisements

Ustione solare e viso gonfio: cosa fare?

Ustione solare e viso gonfio: come fare ad alleviare il fastidio, e quando è il caso di rivolgersi a un medico? Anche durante questa calda, caldissima estate 2019, molti di noi amano stare coricati sul lettino in spiaggia e cercare di ottenere una bella abbronzatura dorata. Purtroppo però può succedere di non accorgersi del tempo che passa, e di beccarsi una brutta ustione causata dal sole, con tanto di sintomi spiacevoli come rossore, dolore, comparsa di vesciche e gonfiore.

Advertisements

«Così nel 2050 la civiltà umana collasserà per il climate change»

Un’allarmante analisi dei ricercatori del National Center for Climate Restoration australiano delinea uno scenario in cui entro il 2050 il riscaldamento globale supererà i tre gradi centigradi, innescando alterazioni fatali dell’ecosistema globale e colossali migrazioni da almeno un miliardo di persone. Ecco cosa potrebbe avvenire anno dopo anno

di Enrico Marro

Advertisements

Camminare in montagna a passo lento: perché fa bene

Sui sentieri, quest’estate, si va per meditare, ascoltare musica, fare yoga. Ma soprattutto per ritrovare uno stile di vita più consapevole. Perché camminare tra le vette permette di esplorare anche le vie dell’anima.

Advertisements

Proteine vegetali per vivere più a lungo

PROTEINE VEGETALI PER VIVERE PIU’ A LUNGO. Ridurre il consumo di proteine di origine animale e incrementare l’apporto di proteine di origine vegetale permette di vivere più lungo. La conferma arriva da uno studio realizzato dai ricercatori del Massachusetts General Hospital e dell’Harvard School of Public Health di Boston, diretto dal dottor Mingyang Song e pubblicato sulla rivista “Jama Internal Medicine”. MINOR RISCHIO DI MORTE PER MALATTIE CARDIOVASCOLARI. L’analisi delle informazioni raccolte ha portato i ricercatori americani a concludere che un maggior consumo di proteine vegetali risultava associato a un rischio di morte più basso per qualsiasi causa, in particolare per problemi di natura cardiovascolare. Nel dettaglio, per ogni aumento del 3% dell’apporto di proteine vegetali sul totale delle calorie assunte quotidianamente, si registrava una riduzione del pericolo di decesso per tutte le cause pari al 10% e una diminuzione del rischio di morte per malattie cardiovascolari pari al 12%.

Advertisements
Translate »