Assunti 50 mila docenti e personale Ata per riapertura delle scuole, ma in caso di blocco saranno licenziati

Ci si dovrebbe essere ampiamente abituati all’idea di un mondo del lavoro che non è in grado di offrire grandi certezze, e non dovrebbe quindi stupire che il precariato non faccia che prendere piede ancor di più ora che il Paese sta affrontando una crisi economica senza precedenti, e che la possibilità di lavorare in molti contesti è strettamente subordinata alle eventuali misure di contenimento imposte dal governo.